Se la stampa aiutasse a ricordare

L’altro giorno in aeroporto ho visto questa copertina di Panorama e non ci potevo credere. Sia chiaro, non potevo credere non al fatto che Renzi potesse dire una boiata simile, lui ci crede davvero, ma al fatto che la stampa italiana stia già preparando il terreno per sostenerlo alle prossime elezioni.
Solo a mettere insieme tutti i fallimenti del Governo Renzi ci vorrebbero ore:
– il più alto tasso di disoccupazione della storia d’Italia;
– il più alto cuneo fiscale della storia d’Italia;
– la più alta disoccupazione giovanile della storia d’Italia;
– la riforma del lavoro bocciata dalla corte;
– la riforma della scuola detestata da tutto il mondo scuola;
– la riforma costituzionale bocciata dal 60% degli italiani;
– la riforma elettorale fallita insieme a quella costituzionale;
– la riforma della pubblica amministrazione bocciata dalla corte;
– un ministro (Lotti) indagato per lo scandalo CONSIP;
– un partito storico (il PD) spaccato in due;
ecc ecc ecc….potete andare avanti voi se volete.

Ora, se la stampa si limitasse a fare il suo mestiere, dovrebbe ricordare a Renzi queste cose ad ogni intervista e ricordargli anche le sue stesse parole in campagna referendaria, quando asseriva che in caso di sconfitta si sarebbe ritirato dalla scena politica. Ed invece tutta la stampa è già intenta a lanciarlo come “salvatore della Patria” prima che arrivino i grillini!
Questi maledetti grillini che tentano di togliere il Paese dalle mani di chi l’ha reso invivibile!
Per farlo la stampa è pronta a tutto, sosterrà persino la necessità di un listone unico alle prossime elezioni e così sarà, vedrete, insieme ad Angelino Alfano.
Gli italiani, però, non hanno bisogno di memoria, vivono ogni giorno sulla loro pelle le colpe di Renzi e di questa politica immonda. Gli italiani, anche senza memoria, li cacceranno via!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *