Pensioni: il vergognoso caso del senatore PD Cuomo

Lo so che con questa notizia contribuirò alla vostra gastrite, ma non posso tenerla per me e ho bisogno di voi per diffonderla.
La Legge Severino dice che le cariche di sindaco e senatore siano incompatibili quindi, in caso di elezione ad entrambe, occorre scegliere cosa fare.
Vincenzo Cuomo è senatore del Partito Democratico dall’8 marzo 2013 ma, a giugno, si è candidato ed è stato eletto sindaco di Portici (Napoli). Nulla di strano, se non eticamente dal mio punto di vista, ma la legge parla chiaro e a quel punto il senatore avrebbe dovuto esercitare la sua opzione e scegliere quale mandato svolgere. Opzione ritardata giorno dopo giorno, un’attesa senza fine che i poco attenti faticavano a capire e che invece celava il più odioso dei privilegi: la pensione da senatore.
Eh sì, perché decadere da senatore prima del 15 settembre gli avrebbe fatto perdere questo privilegio che scatta a 4 anni e 6 mesi di mandato quindi occorreva temporeggiare prima di ritirarsi alla vita di sindaco.
È lui il colpevole? Non solo. Lui avrebbe potuto risolvere tutto per tempo ma considerando che milita nel PD parliamo di fantascienza, il PD avrebbe potuto pressarlo, e qui siamo oltre la fantascienza, ma c’è sempre stata un’altra opzione, la più facile, il Presidente del Senato Piero Grasso avrebbe potuto farlo decadere con un atto d’ufficio nelle sue disponibilità in qualsiasi momento. Cosa che, però, non ha mai fatto e che non intende fare per una evidente sudditanza dal PD.
Non vi basta per incazzarvi? Ve ne dico un’altra. La Giunta per le Elezioni, che ha potere di cacciarlo dal Senato, s’è data appuntamento per discutere il caso tra 3 giorni, esattamente 24 ore dopo la maturazione della pensione del senatore.
Oggi è l’ultimo giorno utile per dichiararlo decaduto e togliergli un privilegio che non gli spetta. Per questo mi serve il vostro aiuto per fare pressione diffondendo questo video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *