La nostra viralità

In politica tutto cambia molto velocemente. Pensate per un attimo a quanto sia “lontana” la precedente legislatura. Lontana dal punto di vista politico, sociale, comunicativo. In quattro anni è avvenuta una piccola rivoluzione. Il Movimento 5 Stelle ha avuto un ruolo centrale in questo cambiamento. Pensate ad esempio all’incontro tra politca e social network, praticamente inesistente nel corso della precedente legislatura. Laura Boldrini al momento della sua elezione come presidente della camera diceva che il Parlamento sarebbe stato un palazzo di vetro per i cittadini. Non è stato esattamente così ma ci abbiamo pensato noi a renderlo tale. Tutti i nostri contenuti sono stati messi in rete sin dal primo giorno: programmi, attività, intenzioni di voto, diari giornalieri e settimanali, numeri telefonici dei nostri uffici, spese e stipendi. Sin da subito non ci sono state barriere tra i portavoce e i cittadini. Molti di questi li abbiamo incontrati, hanno seguito lavori d’aula e di commissione, ci hanno suggerito emendamenti, ordini del giorno, atti di sindacato ispettivo. Abbiamo condiviso migliaia di dirette per denunciare le porcate che si concretizzavano in aula o nelle commissioni: pensate alla seconda elezione di Napolitano, a tutti i decreti salva-banche, pensate alla losca attività dei lobbisti, ai decreti missione, alla “buona scuola”, all’Italicum, ai vitalizi…
Abbiamo condiviso i nostri infiniti appuntamenti sul territorio, costruito straordinari tour, organizzato innovativi convegni e meravigliosi eventi. TUTTO IN RETE.
Anche le nostre partecipazioni in TV, pian piano, sono diventate “contenuto” di una comunicazione totalmente trasformata.
Qualche giorno fa in metro sbirciavo un anziano che ascoltava tramite iPad la dichiarazione di voto di Andrea Cecconi sul decreto Lorenzin. Ecco, il Movimento 5 Stelle ha avuto, tra gli altri, il grande merito di aver avvicinato i cittadini alla politica, rendendo quest’ultima una materia alla portata di tutti. Sarebbe stato impensabile 4 anni fa. Oggi, invece, la semplicità con la quale recuperiamo dichiarazioni, promesse, contratti con gli italiani, confronti tv, diventa determinante nella scelta delle persone su cui porre la nostra fiducia.
Continueremo così, imperterriti!
Il Movimento 5 Stelle che arriverà a Rimini il prossimo settembre è un movimento sempre più forte e numeroso. Rispetto al Circo Massimo del 2014, ci presenteremo con centinaia di nuovi portavoce eletti, con i sindaci di Roma e Torino, con una piattaforma (Rousseau) accessibile anche ai non iscritti al Movimento, con un programma di governo condiviso e con un candidato premier.
La rivoluzione è già in atto ma stateci vicino, ci sarà bisogno di tutti voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *