La nostra battaglia è per voi

Ieri a Triggiano mi hanno chiesto perché questa legge elettorale, l’Italicum, fosse sbagliata, quali margini ci fossero per bloccarla e cosa faremo noi del M5S.
Ho risposto con sincerità, questa è certamente una legge importante e importantissimo sarebbe bloccarla, ma le nostre priorità sono altre.
A quanti disoccupati avete sentito dire “finalmente si cambia legge elettorale!”?
A quanti anziani con la pensione minima avete sentito dire “con l‘Italicum potrò finalmente comprarmi un paio di scarpe nuove”?
A quanti giovani avete sentito dire “con il sistema maggioritario potrò permettermi un mutuo”?
A me non è mai successo.
Le nostre priorità sono quindi altre, sono quelle per cui ci avete votato due anni fa. Si chiamano benessere sociale e dignità, lavoro e speranza.
In un paese afflitto dal 13% di disoccupazione generale, con quella giovanile al 40% (60% al sud), occuparsi di legge elettorale per mesi è uno scandalo indegno.
La nostra priorità oggi si chiama reddito di cittadinanza e non dobbiamo lasciarci coinvolgere da questa campagna di distrazione di massa del venditore di pentole e dei suoi servi del mondo mediatico.
Per questo vi voglio vedere tutti a Perugia, il 9 maggio, per la marcia fino ad Assisi con la quale chiederemo l’istituzione di questo reddito di dignità.
Pensate che ciò significhi che oggi non combatteremo per respingere al mittente l’Italicum?
Niente affatto.
Farlo significherebbe accettare il ritorno di un regime come fu con la legge Acerbo.
Per questo, dopo un weekend tra le piazze pugliesi, 500km in auto, un biglietto preso in lista d’attesa, pochissime ore di sonno e il dispiacere di rovinare, come spesso accade, i progetti a chi con tolleranza e amore mi sta accanto, sono già in volo per Roma, per non perdermi nemmeno un secondo di battaglia, per provarci fino in fondo.
Noi ci siamo e ci saremo sempre, sempre dalla vostra parte, senza indietreggiare mai, nemmeno per prendere la rincorsa.

A riveder le stelle *****

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *