La comunità M5S ha vinto, il popolo italiano ha vinto

Abbiamo vinto!

Uno dei nostri slogan è sempre stato “fuori i soldi dalla politica” e in questa direzione abbiamo sinora agito.

Abbiamo rifiutato 42.000.000 di euro di rimborsi elettorali lasciandoli alle casse dello stato e restituito a luglio oltre 1.5 milioni al fondo per l’ammortamento del debito pubblico ma, tutto ciò, non era esattamente quello che volevamo. Quello che abbiamo sempre voluto è aiutare la piccola e media impresa che rappresenta l’ossatura del paese.

Aiutare la PMI significa salvare posti di lavoro, salvare famiglie, garantire i prodotti dell’eccellenza italiana e il made in Italy.

Per questo abbiamo fatto tutto il possibile per ottenere un fondo statale per alimentare le imprese coi nostri soldi, sì lo so che sembra assurdo ma versare soldi allo stato è quasi impossibile. Nel decreto del Fare abbiamo ottenuto, al Senato, un emendamento che abilitava la possibilità, per qualsiasi cittadino, di versare soldi su un fondo già esistente ma vincolato alle PMI e ieri, dopo oltre 90 giorni e 55 ore di presidio permanente davanti il Ministero dell’Economia e Finanza, il conto è stato abilitato e ci è stato fornito l’IBAN.

Pensate che per non permetterci di ottenere questo risultato il Ministro Saccomanni, probabilmente su mandato del governo Letta, dalla scadenza del 20 novembre non aveva ancora attuato il decreto agendo, sostanzialmente, nell’illegalità.

Abbiamo dovuto mobilitare i cittadini con un mail bombing abbinato al nostro presidio permanente. Migliaia di cittadini hanno chiesto a gran voce di permetterci di versare i nostri soldi in favore delle piccole e medie imprese.

E’ stata un’esperienza fantastica, per 3 giorni e 2 notti il nostro presidio è stato un viavai di persone che ci portavano affetto ma anche cibo, bevande calde e addirittura macchine dentro le quali scaldarsi, una vera e propria comunità si è creata davanti ai nostri occhi in rappresentanza di una, ancora più grande, sparsa per tutto il paese.

Da oggi qualsiasi cittadino potrà versare spontaneamente in favore delle imprese, sono certo che, dopo tante parole sparse al vento da nuovi berluschini, tutti i deputati e senatori di qualsiasi gruppo politico non perderanno l’occasione per avviare un reale cambiamento nel paese, ridursi le laute prebende e aiutare chi sotto l’albero di Natale vorrebbe trovare la speranza per andare avanti e cancellare il nodo alla gola nel dover licenziare padri e madri di famiglia.

A riveder le stelle *****

Informazioni aggiuntive:

Le ragioni della protesta 1 / Le ragioni della protesta 2Il fondo di garanzia / Il decreto attuativo / Il sito dedicato

Testimonianze dal presidio:

Manlio Di Stefano / Massimo Baroni / Alessandro Di Battista / Paola Taverna e Federico D’Incà / Carlo Sibilia / La prima notte / Le foto dal presidio

Come effettuare il versamento:

IBAN: IT61Z0100003245348018369300

CAUSALE: <Versamento a favore della microimprenditorialità (art.1 c. 5ter, Dl 69/2013) – Capitolo n. 3693 capo 18 bilancio dello Stato>

Ed infine…

La vittoriaLa consegna dell’IBANRingraziamenti

[embedytwidth=”700″ height=”394″ ]https://www.youtube.com/watch?v=w-CsKL4NqFM[/embedyt]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *