Home / Attività parlamentare / Inchiesta ONU per l’omicidio di Regeni
Inchiesta ONU per l’omicidio di Regeni

Inchiesta ONU per l’omicidio di Regeni

E’ sconcertante la notizia, emersa dall’inchiesta del New York Times, secondo cui il giovane ricercatore italiano, Giulio Regeni, sia stato torturato e ucciso dalle forze di polizia egiziana perché scambiato per una spia.
Pretendiamo che si apra subito una Commissione d’Inchiesta ONU per accertare fatti e responsabilità e, nel frattempo, che il Governo Renzi interrompa subito ogni relazione diplomatica con l’Egitto se non vuole macchiarsi ulteriormente dopo aver già ammiccato ad Al-Sisi definendolo “un grande statista”.
Dal baciamano di Gheddaffi fino ad Al-Sisi, questo è il prezzo che oggi l’Italia paga per la sua politica estera senza scrupoli, piena di affari sporchi con i regimi in cui viene applicata una repressione feroce, di cui stavolta, se le notizie emerse dovessero essere confermate, a caderne vittima è stato Giulio Regeni.
Chiediamo che, oltre a interrompere ogni rapporto diplomatico con Il Cairo, Renzi, per non rischiare di rendersi complice, applichi subito la nostra risoluzione (n. 7-00916 a firma Maria Edera Spadoni) che impegna il Governo a sospendere l’export di armi dall’Italia al regime egiziano di Al-Sisi, accusato da diverse ONG internazionali di aver aperto una vera e propria repressione interna nel Paese nonché di aver violato numerosi diritti umani.
L’Italia alzi la testa, nonostante il suo osceno Governo in carica.

Mercoledì scorso a Montecitorio abbiamo ricordato così Giulio Regeni,
Ci impegneremo per seguire il caso e consegnare gli assassini alla giustizia, lo dobbiamo alla famiglia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Scroll To Top