Alfano il meteorologo

Nella conferenza stampa congiunta di oggi con il Ministro degli Esteri russo Lavrov, Angelino Alfano ha dichiarato: “C’è qualcosa che contraddistingue la nostra relazione con la Russia: è una relazione che ha funzionato sempre, quando abbiamo avuto un meteo bello e quando abbiamo avuto un meteo brutto”.
Che sia stato un troll o un hacker russo ad aver modificato all’ultimo il discorso ad Alfano? Non lo sapremo mai.
Comunque, quantomeno, si apprende che con Lavrov si è a lungo discusso (“abbiamo avuto una conversazione molto lunga e molto proficua…”) di Siria e Libia.
Già al “Forum transatlantico sulla Russia”, presso il Centro studi americani a Roma, del resto, il Ministro degli Esteri italiano aveva dichiarato (secondo quanto riportava Askanews): “L’azione russa in Siria, con gli accordi raggiunti ad Astana, ha contribuito a implementare un cessate il fuoco nel momento in cui non ci riuscivano i negoziati a Ginevra”. Una sorta di ammissione di inferiorità.
Da allora, con gli accordi di Sochi, la situazione sul terreno ha trovato un nuovo equilibrio attorno alla Russia, con Iran e Turchia a sostegno ed Europa totalmente esclusa.
Un fallimento della politica, specialmente italiana, annunciato dal MoVimento 5 Stelle con anni di anticipo e palesatosi davanti ai nostri occhi in questi ultimi mesi.
Quindi, ora che la situazione è chiara, sarebbe utile che sulla Siria, passando dalla meteorologia alla politica, Alfano (il governo italiano) faccia quello che, attraverso mie risoluzioni, chiediamo da anni:

1) Eliminare le criminali sanzioni al popolo siriano che hanno alimentato il terrorismo e la distruzione del paese causando centinaia di migliaia di morti civili;
2) Fare pressione sugli “alleati”, sauditi in particolare, che quei gruppi terroristi (ex ribelli moderati) continueranno a sostenerli, al fine di fermarli;
3) Riallacciare le relazioni con il governo legittimo di Damasco riconosciuto dalle Nazioni Unite.

Tutto ciò è esattamente quello che sosteniamo da anni, non solo a parole (cercate su questa stessa pagina), ma in svariati atti legislativi facilmente rintracciabili sul sito della Camera dei Deputati.
A proposito di Russia poi, passando ancora una volta dalla meteorologia alla politica, il governo italiano dovrebbe eliminare subito quelle sanzioni che stanno solo danneggiando la piccola e media impresa italiana ormai, da troppo tempo, in attesa del “sole”.

#ObiettivoEsteri

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *